×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

Questo sito utilizza cookies tecnici e sono inviati cookies di terze parti per gestire i login, la navigazione e altre funzioni. Cliccando 'Accetto' permetti l'uso dei cookie, cliccando 'Rifiuto' nessun cookies verrà installato, ma le funzionalità del sito saranno ridotte. Nell'informativa estesa puoi trovare ulteriori informazioni riguardo l'uso dei cookies di terze parti e la loro disabilitazione. Continuando nella navigazione accetti l'uso dei cookies.

Visualizza la ns. Informativa Estesa.

Visualizza la normativa europea sulla Privacy.

View GDPR Documents

Hai rifiutato i cookies. Questa decisione è reversibile.
Scrivi un commento
Print Friendly, PDF & Email

Perché non si può mancare il 25 a Macerata e perché i tre punti esclamativi? Perché ci saranno i due ministri Bindi e Balduzzi, la professoressa Dirindin, il dott. Zuccatelli e … leggete sotto perché l’elenco delle partecipazioni “nobili” è lungo (con una sola caduta che se leggerete con attenzione potrete riconoscere da soli).

Titolo della iniziativa:  Le politiche sanitarie in Italia e il SSN a 40 anni dalla riforma del 1978.

Quando e dove. Il prossimo 25 marzo dalle ore 15 alle ore 18 a Macerata all’Auditorium dell’Università di Macerata si terrà questa iniziativa davvero speciale per contenuti e qualità degli “esperti” coinvolti. La virgolettatura del termini esperti si spiega facilmente: tra gli esperti figurano addirittura due ministri, Rosy Bindi e Renato Balduzzi.   Ma andiamo avanti  con ordine.

Promotore e coordinatore: Gianluca Busilacchi, nella veste di ricercatore dell’Università di Macerata e di autore di uno degli articoli della rivista “la Rivista delle Politiche Sociali”.

Cosa c’entra la Rivista delle Politiche Sociali. Questa rivista dedica il suo numero 2/2018 alle “Leggi 180, 194 e 833: il welfare italiano 40 anni dopo”. L’iniziativa di Macerata si incentra sul dibattito innescato da questo numero della rivista.

Perché l’Università di Macerata. E’ a Macerata che lavora come ricercatore Gianluca Busilacchi ed è il Dipartimento di Economia e Diritto di questa Università a sostenere l’iniziativa che viene introdotta infatti dal Rettore Francesco Adornato e dal Direttore del Dipartimento Stefano Perri.

Presentazione del fascicolo della Rivista. La presentazione del fascicolo la farà Nerina Dirindin dell’Università di Torino che fa parte del Comitato Scientifico della rivista e assieme a Maria Grazia Giannichedda ha curato e introdotto con una nota il fascicolo sul SSN. La professoressa Dirindin è stata anche Assessore alla Sanità della Regione Sardegna ed è da sempre dentro il dibattito sulla politica sanitaria in Italia.

Alcuni contributi sulla storia del SSN. Ci sarà un intervento del dott. Giuseppe Zuccatelli in qualità di esperto AGENAS e di Zuccatelli non occorre nelle Marche fare una particolare presentazione. Seguiranno poi un mio contributo (piccolo  e “locale”, lo anticipo), un intervento di Daniela Barbaresi (segretario Generale della CGIL Marche e presenza non casuale dato il sostegno dato dalla CGIL alla rivista) e un intervento di Barbara Malaisi ricercatrice dell’Università di Macerata e Direttrice del Master di II livello della stessa Università in Organizzazione e Gestione in Sanità.

L’intervista ai due ministri Rosy Bindi e Renato Balduzzi. Le conclusioni sono rappresentate da una intervista ai due ministri da parte di Stefano Cecconi, responsabile delle politiche per la salute della CGIL nazionale.

Un ultimo e decisivo buon motivo per andare il 25 a Macerata? Perché se leggete questo blog  e siete arrivati qui non potrà non farvi piacere riscoprire che una buona politica sanitaria  è possibile e che c’è la cultura per farla. Nonostante le rassegne stampa che ogni giorno ci ricordano che purtroppo non è sempre così.

 

Devi fare login per poter postare un commento
Leggi il commneto... The comment will be refreshed after 00:00.

il primo commento

Joomla SEF URLs by Artio