×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

Questo sito utilizza cookies tecnici e sono inviati cookies di terze parti per gestire i login, la navigazione e altre funzioni. Cliccando 'Accetto' permetti l'uso dei cookie, cliccando 'Rifiuto' nessun cookies verrà installato, ma le funzionalità del sito saranno ridotte. Nell'informativa estesa puoi trovare ulteriori informazioni riguardo l'uso dei cookies di terze parti e la loro disabilitazione. Continuando nella navigazione accetti l'uso dei cookies.

Visualizza la ns. Informativa Estesa.

Visualizza la normativa europea sulla Privacy.

View GDPR Documents

Hai rifiutato i cookies. Questa decisione è reversibile.
Scrivi un commento
Print Friendly, PDF & Email

L'ISTA ha pubblicato un rapporto che si propone di analizzare lo stato di salute della popolazione nelle regioni italiane e la sua evoluzione nell’arco del decennio 2005-2015:: "Si tratta di un periodo importante, in cui la crisi economica e le trasformazioni sociali da essa indotte hanno imposto importanti sfide alle politiche pubbliche, anche in presenza di un quadro demografico critico per l’invecchiamento della popolazione e l’immigrazione". Innanzitutto il link per scaricarlo: La salute delle regioni italiane: 2005 -2015.

Le Marche sono tra le regioni più longeve e per questo hanno registrato una minore variazione nel tempo: davvero grave resta la situazione della Campania (ma la cosa non sembra interessare a nessuno):

Diversa è la situazione per la speranza di vita in buona salute: i dati mostrano una positiva variazione nel tempo ma la nostra posizione in classifica scende di molto:

 Positivo è il dato della variazione nel numero di persone che dichiarano di avere 2 o più malattie croniche gravi con una foret riduzione tra i due periodi considerati:

Molto positivo è il dato sulla riduzione del sovrappeso: con una marcata dinamica positiva e tra i dati più bassi in Italia.

La mobilità ospedaliera come sappiamo è un problema del nostro sistema e registriamo un dato di incremento tra i due periodi considerati:

L'analisi dei ricoveri per malattia di Alzheimer e Parkinson registrano un valore elevato nella nostra regione rispetto alle altre. Ma da segnalare è il dato e il trend delle malattie del sistema nervoso e neurologiche negli ultra 70: 

La mortalità per accidenti, suicidi e altri traumatismi evidenzia un dato elevato di suicidi in rapporto alle altre realtà regionali, con un dato elevato di suicidi negli anziani:

Giudizio finale?